Usura, la Regione prende in giro imprese e famiglie. Mi dimetto da presidenza osservatorio

Usura, la Regione prende in giro imprese e famiglie. Mi dimetto da presidenza osservatorio

Usura, la Regione Piemonte non muove un dito. Bocciato da Lega e centrodestra l’emendamento che abbiamo presentato all’omnibus per incrementare di 500 mila euro il Fondo anti usura, estorsione e sovraindebitamento della Regione.

A parte le parole nei comunicati stampa e davanti alle telecamere, l’impegno di questa Giunta per contrastare l’usura è pari a zero. Una presa in giro nei confronti di tutti quei grandi e piccoli imprenditori e delle famiglie che, a maggior ragione dopo l’emergenza Covid, rischiano di fare i conti con usurai senza scrupoli.

In queste condizioni non solo è impossibile lavorare serenamente, ma ciò che viene fatto rischia di apparire come un puro esercizio retorico mentre le imprese rischiano grosso. Rassegnerò le dimissioni da presidente dell’Osservatorio Usura in Consiglio regionale. Non ho nessuna intenzione di associare il mio nome, il mio cognome e la forza politica che rappresento ad un organismo reso inutile dall’attuale maggioranza.