RIAVVIARE IL DIALOGO CON I CONSULENTI DEL LAVORO E FONDI PER FAR RIPARTIRE IL LAVORO IN PROVINCIA DI TORINO

RIAVVIARE IL DIALOGO CON I CONSULENTI DEL LAVORO E FONDI PER FAR RIPARTIRE IL LAVORO IN PROVINCIA DI TORINO

“Vogliamo riavviare il dialogo con l’ordine dei consulenti del Lavoro, un dialogo inesistente negli ultimi anni di Chiamparino.”Lo ha ribadito oggi il candidato presidente del M5S Giorgio Bertola durante l’incontro con l’Ordine Consulenti del Lavoro.“La Regione Piemonte”, assicura il candidato “deve governare questo importante momento di transizione nel mondo del Lavoro.

Sará fondamentale il dialogo e l’intesa con i Consulenti del Lavoro in particolare per la grande sfida che riguarda il riconoscimento da parte del Governo del torinese come area di crisi complessa. Questi fondi andranno utilizzati al meglio per far ripartire il lavoro in Provincia di Torino.”“Un altro fronte di collaborazione molto importante” conclude Bertola, “sará quello riguardante la formazione. Vogliamo una formazione veramente utile per lavoratori ed imprese. Un alleato importante in questa sfida sará l’ordine dei Consulenti del lavoro.”

CONFRONTO COLDIRETTI, BENE ASSESSORATO AL CIBO. IMPORTANTE LA PROGRAMMAZIONE DELLA RISTORAZIONE COLLETTIVA PER SOSTENERE AZIENDE DEL TERRITORIO

CONFRONTO COLDIRETTI, BENE ASSESSORATO AL CIBO. IMPORTANTE LA PROGRAMMAZIONE DELLA RISTORAZIONE COLLETTIVA PER SOSTENERE AZIENDE DEL TERRITORIO

“Bene l’assessorato al Cibo. Condivido la proposta di Coldiretti di avere una regia unica che punti su multifunzionalità, insieme ad agricoltura, caccia, pesca e turismo”.

E’ quanto ha affermato oggi Giorgio Bertola, Candidato Presidente M5S per la Regione Piemonte, all’incontro con Coldiretti.

“La Regione – ha aggiunto Bertola – deve lavorare sul fronte della ristorazione collettiva, nelle scuole e negli ospedali, affinché siano utilizzati prodotti stagionali e vengano previsti tutti i tagli della carne, anche quelli cosiddetti poveri. Con una adeguata programmazione è possibile garantire un migliore servizio ai cittadini e sostenere, allo stesso tempo, le aziende del territorio. Una sfida fondamentale per la prossima legislatura sarà il nuovo PSR: dovrà essere uno strumento semplice e veloce per garantire la nascita di nuovi progetti di filiera che garantiscano sviluppo, lavoro e tutela del territorio”.

CONCORDIAMO CON MOLTE PROPOSTE DEI SINDACATI, PIEMONTE FANALINO DI CODA DEL NORD. LE RESPONSABILITA’ DI DESTRA E SINISTRA”

CONCORDIAMO CON MOLTE PROPOSTE DEI SINDACATI, PIEMONTE FANALINO DI CODA DEL NORD. LE RESPONSABILITA’ DI DESTRA E SINISTRA”

“Concordiamo con molte proposte fatte dalle sigle sindacali. Il Piemonte non ha ancora superato la crisi ed è sotto i dati di produzione del 2008. Tutti gli indicatori della nostra regione sono più bassi rispetto a quelli del resto del nord Italia e del nord ovest. Le responsabilità sono di destra e sinistra che in questi anni si sono alternati al governo del paese e della Regione”.

E’ quanto ha affermato oggi Giorgio Bertola, Candidato Presidente M5S per la Regione Piemonte, all’incontro con le sigle sindacali CGIL – CISL e UIL.

“Questo Governo – ha aggiunto – ha dimostrato attenzione al territorio con due misure concrete: il Fondo nazionale per l’innovazione ed il decreto per area di crisi complessa per la provincia di Torino. Il primo prevede 1 miliardo per imprese e Pmi che puntano sull’innovazione, il secondo riguarda il torinese e prevede lo stanziamento di 150 milioni per progetti riguardanti i settori Automotive, Ict ed Aerospaziale. Tra questi la 500 elettrica”.

SALONE, CIRIO VUOLE AZZERARE I VERTICI DEL SALONE SU ORDINE DI SALVINI? LO DICA PRIMA DEL VOTO”

SALONE, CIRIO VUOLE AZZERARE I VERTICI DEL SALONE SU ORDINE DI SALVINI? LO DICA PRIMA DEL VOTO”

Gli attuali vertici del Salone del Libro hanno salvato l’evento dopo i disastri lasciati dalla vecchia politica. A costo di grandi sacrifici il direttore e la sua squadra hanno evitato il tentato scippo di Milano, tagliato gli sprechi e rilanciato alla grande la kermesse. I numeri dell’ultima edizione raccontano un successo senza precedenti.

Cirio vuole decapitare il Salone del Libro su ordine di Salvini? Vuole davvero far fuori gli artefici della rinascita del Salone del Libro solo per assecondare gli ordini dell’azionista di maggioranza della sua coalizione? Se questi sono i propositi del candidato di centrodestra è bene che li metta in chiaro, adesso. Ai cittadini del Piemonte occorre garantire trasparenza prima del voto sul futuro di un importante evento internazionale come il Salone del Libro di Torino.

DECRETO AREA DI CRISI COMPLESSA PER TORINO E PROVINCIA: RISULTATO STORICO. MAI UN GOVERNO AVEVA UTILIZZATO QUESTO STRUMENTO PER IL TORINESE

DECRETO AREA DI CRISI COMPLESSA PER TORINO E PROVINCIA: RISULTATO STORICO. MAI UN GOVERNO AVEVA UTILIZZATO QUESTO STRUMENTO PER IL TORINESE

Un risultato storico, mai prima di ora un Governo era intervenuto in maniera così importante per sostenere Torino e la sua Provincia.Un risultato storico, mai prima di ora un Governo era intervenuto in maniera così importante per sostenere Torino e la sua Provincia.

La firma del Ministro dello Sviluppo Economico Di Maio al decreto ministeriale per riconoscere l’area di crisi complessa a Torino e nei Comuni della provincia torinese è una straordinaria vittoria. Per la prima volta un Governo utilizza questo tipo di strumento per gestire la difficile transizione industriale come quella che sta avvenendo in settori cardini per l’economia torinese: automotive ed aerospazio.

 

Questo intervento straordinario prevede finanziamenti fino a 150 milioni di euro per aiutare le imprese che fanno innovazione ed in particolare consentirà di sostenere il progetto della 500 elettrica. Una sfida importante per la mobilità ecologica del futuro e per l’occupazione in un territorio già pesantemente provato dalla crisi economica.

 

 

E’ stato proprio il gruppo regionale del Movimento 5 Stelle a sollecitare la Regione a presentare istanza per l’area di crisi complessa insieme al comune di Torino. Quello di oggi è un risultato straordinario che, siamo sicuri, porterà risultati concreti in ottica di innovazione ed occupazione.

 

Giorgio Bertola, Candidato Presidente Regione Piemonte

10 Passi per il Piemonte. Tour M5S in tutte le province

10 Passi per il Piemonte. Tour M5S in tutte le province

Dieci passi per risollevare il Piemonte.

Per ridare dignità ai lavoratori, per investire su una sanità pubblica ed efficiente, per far ripartire l’economia locale con opere che servono davvero ai cittadini, per tutelare le nostre produzioni e le nostre eccellenze, per spingere sull’economia circolare, buona per l’ambiente, per la salute e per il portafoglio, per ridare dignità ai territori marginali e riconnettere il territorio attraverso una rete di trasporti che funzioni davvero.

Questi primi 10 passi ve li vogliamo raccontare in un Tour che toccherà tutte le province piemontesi.

Dopo decenni di governo di centrodestra e centrosinistra, il Piemonte si ritrova fermo al palo. Con una sanità piena di problemi, liste d’attesa infinite, linee ferroviarie chiuse, un trasporto pubblico che non funziona e aziende che chiudono o delocalizzano.

Noi vogliamo che la nostra Regione torni ad essere un traino economico del Paese.

Ti aspetto  per conoscere il nostro programma per un Piemonte che #cambiapasso.

Date e luoghi del tour:

  • 15 Marzo Torino
  • 22 Marzo Biella
  • 23 Marzo Novara
  • 24 Marzo Asti
  • 29 Marzo Leinì (To)
  • 30 Marzo Alessandria
  • 31 Marzo Cuneo
  • 5 Aprile Vercelli
  • 12 Aprile VCO
  • 13 Aprile Moncalieri

Per tutte le info: https://www.facebook.com/events/422719531632254/

250 milioni per il Piemonte. Alle province i fondi per la manutenzione di strade e scuole

250 milioni per il Piemonte. Alle province i fondi per la manutenzione di strade e scuole

Duecentocinquanta milioni per la manutenzione di strade e scuole delle province piemontesi!
Nella seduta di ieri, la Conferenza Stato-Città ha dato il via libera al decreto del Governo del Cambiamento che assegna alle Province i 250 milioni di euro per la messa in sicurezza di strade e dell’edilizia scolastica di competenza provinciale, stanziati dalla Legge di Bilancio 2019. Continua