Grattacielo, già chiesta informativa alla Giunta. Tronzano riferirà in Commissione Bilancio grazie al MoVimento 5 stelle

Grattacielo, già chiesta informativa alla Giunta. Tronzano riferirà in Commissione Bilancio grazie al MoVimento 5 stelle

Più che un grattacielo sembra un pozzo senza fondo fatto di sprechi, malaffare e tutti i vizi della vecchia politica. La comunicazione di chiusura delle indagini, consegnata oggi, a carico di alcuni dipendenti regionali è solo l’ultimo capitolo di una lunga telenovela con un finale già scritto: a pagare il conto saranno i cittadini piemontesi.

Già venerdì scorso il Movimento 5 Stelle, attraverso un’istanza a firma Giorgio Bertola, ha chiesto all’assessore al Patrimonio Tronzano di riferire in Commissione Bilancio riguardo lo stato di avanzamento dei lavori, l’aggiudicazione dell’appalto per gli arredi, sulla questione delle riserve per oltre 65 milioni di euro da parte delle aziende subentrate e sulle recenti dichiarazioni di Tronzano in merito alle vetrate difettose. Visto l’evolversi della situazione chiederemo conto alla Giunta anche su quali azioni intenda adottare nei confronti dei dipendenti coinvolti nelle indagini della Procura.

Nella vicenda della Sede Unica della Regione Piemonte destra e sinistra non possono dirsi estranei a questo scandalo. Una storia iniziata male e finita peggio le cui responsabilità politiche partono dalla Giunta Bresso, proseguono con quella Cota e si concludono con quest’ultima targata Chiamparino. Destra e sinistra hanno costruito insieme il più grande monumento all’incapacità politica della vecchia classe dirigente.