CIRIO TAGLIA ASSISTENZA SANITARIA A TORINO MA LA REGIONE NON HA ANCORA UNO STRACCIO DI PIANO SOCIO SANITARIO

CIRIO TAGLIA ASSISTENZA SANITARIA A TORINO MA LA REGIONE NON HA ANCORA UNO STRACCIO DI PIANO SOCIO SANITARIO

Volevano alzarsi lo stipendio ma non si fanno problemi a tagliare l’assistenza alle persone non autosufficienti di Torino. Ecco come lavora questa maggioranza targata Lega.

Così si lasciano senza sostegno migliaia di cittadini Torinesi non autosufficienti. Invece di alzare i fondi dell’assistenza in tutto il Piemonte (i dati Istat sono chiaro, la popolazione invecchia) Cirio e l’assessore Caucino (assente nella commissione congiunta con il Comune di Torino) tagliano 5 milioni di euro a Torino per spalmarli nelle altre province. Uno stratagemma bello e buono per coprire i buchi di bilancio a scapito dei torinesi. La Lega vuole scatenare una guerra tra poveri? Ci opporremo in ogni sede a questo scempio.

Il problema di fondo è che questa Giunta continua a fare propaganda ma, nei fatti, non ha ancora uno straccio di programmazione. A che punto siamo con il Piano Socio Sanitario Regionale? Come far fronte ai cambiamenti della società se non si pianifica a lungo termine?