Sono nato il 5 gennaio 1970 a Moncalieri (TO), città nella quale ancora vivo insieme a mia moglie. Mi sono diplomato al liceo scientifico e successivamente ho iniziato gli studi in Giurisprudenza, a 23 anni ho iniziato a lavorare nel settore commerciale, dove ho lavorato per 17 anni.

Il mio nuovo percorso politico

Il 21 novembre 2022 ho deciso ufficialmente di affrontare le mie battaglie in Consiglio regionale collaborando con Europa Verde.
Fronteggiare il cambiamento climatico, preservare la biodiversità, ridurre le emissioni inquinanti, promuovere un ciclo virtuoso dei rifiuti e l’economia circolare dovrebbero costituire la massima priorità per tutte le Istituzioni.


Ma così non è. Queste sfide non trovano spazio nelle agende del nuovo Governo di Roma né tantomeno in quello dell’amministrazione piemontese guidata da Alberto Cirio e da una maggioranza di centrodestra che non è stata capace neanche di dichiarare ufficialmente lo stato di emergenza climatica.

Ho sentito quindi quindi la profonda esigenza di mettere a disposizione e al servizio di una causa che sento mia, tutta l’esperienza e le competenze che ho maturato in più di dieci anni di attivismo, militanza e presenza nelle istituzioni, per continuare ad occuparmi con il massimo impegno di tutela dell’ambiente e della salute, di legalità e giustizia sociale.

Con l’inizio del 2021 ho collaborato a far nascere il progetto Movimento 4 Ottobre. Dal Consiglio Regionale del Piemonte, con la collega Francesca Frediani, abbiamo deciso di partire con questa nuova avventura perché crediamo fortemente nella rivoluzione che rappresentavano le piazze piene di gente entusiasta, che proprio il 4 ottobre di undici anni fa diedero vita ad un sogno di cambiamento, il Movimento 5 Stelle.

La mia storia politica

Nei primi anni del nuovo millennio il nostro Paese inizia a vacillare sotto i colpi della crisi economica e di un sistema politico corrotto, deluso da tutto questo, trovo nel blog di Beppe Grillo la stessa filosofia di vita che andavo sempre più maturando e gli stessi valori che mi caratterizzavano.

Mi contagia la sua carica e nel 2007 mi iscrivo al Meetup “Amici di Beppe Grillo Torino” e partecipo ai V-Day. Nella primavera del 2008, dopo la splendida esperienza della Piazza San Carlo, insieme ad altre persone fondo il Meetup di Moncalieri. Nell’estate del 2009 nasce una rete tra i principali Meetup del Piemonte e il 6 settembre 2009 ci incontriamo a Torino: prende vita il progetto di presentare una lista per le elezioni regionali del 2010 e vengo scelto come Presidente del Comitato promotore.

In un freddo inverno, con scarse risorse, raccogliamo più di 17.000 firme in tutta la regione e il 28 marzo 2010 il sogno si realizza: il MoVimento 5 Stelle entra per la prima volta nel Consiglio regionale del Piemonte con due rappresentanti.

Il mio impegno diventa sempre più totalizzante e faccio la scelta della vita: lascio il lavoro sicuro per collaborare con il gruppo consiliare M5S Piemonte; da quel momento si susseguono impegni e sfide che hanno portato nelle elezioni regionali del 2014 ad ottenere il maggior numero di preferenze dopo il candidato Presidente e a diventare consigliere regionale per il MoVimento 5 Stelle nella X legislatura.

Sono stato Capogruppo per due anni consecutivi e mi sono occupato delle tematiche a me più care per le loro ricadute sulla salute e sul lavoro delle persone, come l’economia circolare, la riduzione dei rifiuti e la tutela dell’ambiente. Mi sono dedicato anche alla tematica del gioco d’azzardo patologico ed ai trattati internazionali che riguardano tutti, il Ceta e la Bolkestein.

Nel dicembre 2016 vengo eletto Consigliere segretario dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale Piemonte con delega alla Consulta Giovani e all’Osservatorio su Usura, Sovraindebitamento ed Estorsione.

Il 13 ottobre 2018 in vista delle nuove elezioni regionali sono scelto come candidato Presidente del Movimento 5 Stelle alla Regione Piemonte dagli iscritti alla piattaforma Rousseau ed inizia una nuova avventura che mi ha portato ad approfondire la conoscenza di tutto il territorio piemontese e a scoprire nuove realtà culturali, imprenditoriali e creative, fino allo svolgersi delle elezioni regionali il 26 Maggio 2019 e la mia riconferma al ruolo di consigliere regionale in Piemonte per la XI legislatura e l’elezione a consigliere segretario in Ufficio di presidenza, con le deleghe all’Osservatorio su usura, estorsione e sovraindebitamento e al Corecom.

Questa è la storia della mia partecipazione, dai Meetup ad oggi ed ancora intendo continuare il mio impegno per il Piemonte e i piemontesi e portare avanti i temi per cui sono stato eletto.

Fuori dalla politica

Nel poco tempo libero che mi rimane, corro. La corsa mi dà carica e mi libera la mente, è un po’ la mia filosofia di vita, perché “l’importante non è quello che trovi alla fine della corsa, ma quello che provi mentre stai correndo” ed è da quelle sensazioni ed emozioni che mi lascio ispirare per le mie “corse”… elettorali e non!