Nel Piemonte tagliato fuori dalla connessione veloce rallenta anche l’economia

Nel Piemonte tagliato fuori dalla connessione veloce rallenta anche l’economia

Mentre il partitone unico delle Grandi Opere è ossessionato dall’Alta Velocità Torino-Lione, perché privo di contenuti e proposte per il nostro futuro, una parte del Piemonte rallenta inesorabilmente la sua “velocità”, tagliata fuori dalla connessione veloce per rimanere al palo della crescita.

È una ricerca commissionata da Eolo, operatore nazionale nel settore delle telecomunicazioni, a far emergere che oltre 1 milione di piemontesi non possono sfruttare i vantaggi competitivi della connessione veloce.
Dove Internet a Banda Ultra Larga non arriva, i comuni nelle cosiddette aree bianche, si ferma lo sviluppo dell’imprese, cala l’occupazione e si va incontro ad un destino già scritto di spopolamento e abbandono.

Queste sono le piccole opere urgenti per il Paese e per la nostra regione, gli investimenti necessari per non restare indietro, per ridurre il fenomeno del digital divide, per favorire uno sviluppo innovativo, non il TAV un’opera vecchia prima ancora di vedere la luce!
Ci vuole “un’altra velocità” per il Piemonte diceva Cirio in campagna elettorale, ma se la sua soluzione è un’opera concepita 30 anni fa, il Piemonte è condannato ad un futuro di depressione e sottosviluppo.

(fonte della notizia, ANSA Torino 25 Luglio)

Firmato decreto per cassa integrazione alla IDEA Institute di Moncalieri. Fondamentale boccata d’ossigeno per i lavoratori

Firmato decreto per cassa integrazione alla IDEA Institute di Moncalieri. Fondamentale boccata d’ossigeno per i lavoratori

Firmato stamattina il decreto che erogherà la cassa integrazione ai lavoratori di Idea Institute, storica casa di progettazione automobilistica torinese ripiombata improvvisamente in crisi dopo la beffa e l’affare sfumato con il costruttore automotive di Shanghai Lvchi nel gennaio 2018.

Idea Institute, eccellenza piemontese dell’automotive negli anni ‘80 e ‘90 con sede a Moncalieri (Torino) e 120 dipendenti, fondata nel 1978 dall’ingegnere Franco Mantegazza e da Renzo Piano, ha subìto fin dal 2000 una serie di cambi di proprietà e di crisi, fino alla fallimentare partnership con Lvchi Auto di inizio 2018, produttore cinese di vetture elettriche, che tuttavia non ha mai finalizzato l’acquisto di Idea mettendo in ginocchio l’azienda.

“Da allora – spiegano la deputata Jessica Costanzo ed i Consiglieri regionali Francesca Frediani e Giorgio Bertola – le vicende sono state piuttosto complesse. Con decreto direttoriale di febbraio 2019 era stato concesso, dal primo agosto al 31 luglio 2019, il trattamento straordinario di integrazione salariale per 69 lavoratori, ma di fatto tale trattamento si era interrotto con l’intervenuto fallimento. I lavoratori di IDEA Institute non hanno percepito quindi alcun sussidio a causa della concomitante dichiarazione di fallimento. Con il decreto firmato questa mattina il Governo ha riconosciuto la cassa fino a gennaio, garantendo una fondamentale boccata di ossigeno ai lavoratori in attesa di nuove commesse”.

“Da quando abbiamo incontrato i lavoratori – proseguono gli esponenti del Movimento 5 Stelle – abbiamo sollecitato il Ministero e per avere risposte e cercare una soluzione nonostante i tempi tecnici fossero praticamente scaduti. Per settimane abbiamo sollecitato la firma sul decreto, che stamattina finalmente è arrivata”.

Il mio intervento in Aula sulle linee di mandato della Giunta Cirio.

Il mio intervento in Aula sulle linee di mandato della Giunta Cirio.

A margine dell’intervento del presidente Cirio sulle linee di mandato, voglio sottolineare quali sono secondo me le priorità di questa legislatura.
➡️ Regole del gioco; occorre rivedere la legge elettorale, ho preso un impegno con i territori del Piemonte e ribadisco la richiesta di modificare la nostra legge elettorale per garantire la rappresentatività di genere e dei territori in questa Assemblea.
➡️ Semplificazione; sì alla sburocratizzazione se questo significa fare in modo semplice e veloce e con minori costi per i cittadini e le imprese qualcosa che si può già fare, non diventi la sburocratizzazione la via breve per legittimare qualsiasi azione.
➡️ Sanità; ci sono opere importanti che devono andare avanti, ma rimane prioritario il dibattito pubblico sul parco della salute di Torino così come richiesto dal Ministero della Sanità e la revisione delle aree in cui localizzare le nuove strutture ospedaliere, del VCO e dell’AslTo5.
➡️ Contrasto al gioco patologico; abbiamo una legge regionale , ma anche un capitolo del contratto di Governo su questo tema. Entrambi con alcuni accorgimenti permettono di evitare l’aumento del fenomeno del gioco patologico, la legge che abbiamo va applicata e difesa.
➡️ Tutela dell’ambiente; si persegua la via della riduzione dei rifiuti e soprattutto si eviti la costruzione di nuovi impianti di incenerimento in Piemonte, si dia seguito inoltre ad un atto di indirizzo a mia firma che definisce Plastic Free la nuova sede della Regione.
➡️ Qualità dell’aria; non andiamo contro la scienza, il lavoro dell’Arpa è un lavoro scientifico che dimostra che a Torino l’inquinamento è dato dalle auto, ottimo sedersi intorno ad un tavolo, ma occorre rispettare le indicazioni scientifiche.

Il nostro unico obiettivo rimane sempre la tutela dei cittadini piemontesi e anche come opposizione vogliamo portare avanti il nostro programma, il motivo per cui siamo stati eletti.

Guarda il video del mio intervento su Facebook

PROGETTO AREA DI CRISI COMPLESSA MISURA CONCRETA PER LE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI TORINO

PROGETTO AREA DI CRISI COMPLESSA MISURA CONCRETA PER LE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI TORINO

“Una misura concreta per le imprese della provincia di Torino, uno strumento importante per creare innovazione, occupazione e sviluppo.”
E’ quanto ha affermato Giorgio Bertola oggi a Torino insieme al Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Luigi Di Maio per presentare il progetto di Area di Crisi Complessa.
“Con questi provvedimenti”, conclude il candidato presidente alla Regione Piemonte “il governo intende puntare sull’innovazione non solo in ambito industriale ma in tutti i settori economici.
È l’ennesimo segnale di grande attenzione del governo nei confronti della nostra regione.”
DECRETO AREA DI CRISI COMPLESSA PER TORINO E PROVINCIA: RISULTATO STORICO. MAI UN GOVERNO AVEVA UTILIZZATO QUESTO STRUMENTO PER IL TORINESE

DECRETO AREA DI CRISI COMPLESSA PER TORINO E PROVINCIA: RISULTATO STORICO. MAI UN GOVERNO AVEVA UTILIZZATO QUESTO STRUMENTO PER IL TORINESE

Un risultato storico, mai prima di ora un Governo era intervenuto in maniera così importante per sostenere Torino e la sua Provincia.Un risultato storico, mai prima di ora un Governo era intervenuto in maniera così importante per sostenere Torino e la sua Provincia.

La firma del Ministro dello Sviluppo Economico Di Maio al decreto ministeriale per riconoscere l’area di crisi complessa a Torino e nei Comuni della provincia torinese è una straordinaria vittoria. Per la prima volta un Governo utilizza questo tipo di strumento per gestire la difficile transizione industriale come quella che sta avvenendo in settori cardini per l’economia torinese: automotive ed aerospazio.

 

Questo intervento straordinario prevede finanziamenti fino a 150 milioni di euro per aiutare le imprese che fanno innovazione ed in particolare consentirà di sostenere il progetto della 500 elettrica. Una sfida importante per la mobilità ecologica del futuro e per l’occupazione in un territorio già pesantemente provato dalla crisi economica.

 

 

E’ stato proprio il gruppo regionale del Movimento 5 Stelle a sollecitare la Regione a presentare istanza per l’area di crisi complessa insieme al comune di Torino. Quello di oggi è un risultato straordinario che, siamo sicuri, porterà risultati concreti in ottica di innovazione ed occupazione.

 

Giorgio Bertola, Candidato Presidente Regione Piemonte

IFI SANTHIA’, FIRMATA LA CASSA PER CRISI, UNA BOCCATA D’OSSIGENO PER LE FAMIGLIE”

IFI SANTHIA’, FIRMATA LA CASSA PER CRISI, UNA BOCCATA D’OSSIGENO PER LE FAMIGLIE”

Il Ministero del Lavoro ha firmato il decreto per concedere la cassa integrazione per crisi ai lavoratori IFI – Ex Magliola di Santhià (VC). Una vera e propria boccata d’ossigeno per queste famiglie e per un sito produttivo che ha fatto la storia dell’industria piemontese.

Da subito abbiamo seguito questa vicenda incontrando i lavoratori, raccogliendo le loro richieste e portandole all’attenzione nazionale in Parlamento ed al Ministero.

La firma di oggi segna un importante cambio di rotta. A differenza dei precedenti Governi, si garantiscono tutte le tutele e gli ammortizzatori sociali che erano stati negati ai lavoratori.

Il prossimo passo dovrà essere quello di salvaguardare le professionalità interne all’azienda e mantenere i livelli occupazionali.

10 Passi per il Piemonte. Tour M5S in tutte le province

10 Passi per il Piemonte. Tour M5S in tutte le province

Dieci passi per risollevare il Piemonte.

Per ridare dignità ai lavoratori, per investire su una sanità pubblica ed efficiente, per far ripartire l’economia locale con opere che servono davvero ai cittadini, per tutelare le nostre produzioni e le nostre eccellenze, per spingere sull’economia circolare, buona per l’ambiente, per la salute e per il portafoglio, per ridare dignità ai territori marginali e riconnettere il territorio attraverso una rete di trasporti che funzioni davvero.

Questi primi 10 passi ve li vogliamo raccontare in un Tour che toccherà tutte le province piemontesi.

Dopo decenni di governo di centrodestra e centrosinistra, il Piemonte si ritrova fermo al palo. Con una sanità piena di problemi, liste d’attesa infinite, linee ferroviarie chiuse, un trasporto pubblico che non funziona e aziende che chiudono o delocalizzano.

Noi vogliamo che la nostra Regione torni ad essere un traino economico del Paese.

Ti aspetto  per conoscere il nostro programma per un Piemonte che #cambiapasso.

Date e luoghi del tour:

  • 15 Marzo Torino
  • 22 Marzo Biella
  • 23 Marzo Novara
  • 24 Marzo Asti
  • 29 Marzo Leinì (To)
  • 30 Marzo Alessandria
  • 31 Marzo Cuneo
  • 5 Aprile Vercelli
  • 12 Aprile VCO
  • 13 Aprile Moncalieri

Per tutte le info: https://www.facebook.com/events/422719531632254/