STOP DEL TAR A GIUNTA CHIAMPARINO CHE VOLEVA AFFIDARE PRESCRIZIONE RICETTE DEL SSN AI PRIVATI. PREMIATO LAVORO DEL SINDACATO MEDICI PER DIFENDERE SANITA’ PUBBLICA

STOP DEL TAR A GIUNTA CHIAMPARINO CHE VOLEVA AFFIDARE PRESCRIZIONE RICETTE DEL SSN AI PRIVATI. PREMIATO LAVORO DEL SINDACATO MEDICI PER DIFENDERE SANITA’ PUBBLICA

Complimenti a SMI (Sindacato Medici Italiani) per aver creduto fino in fondo nella difesa della sanità pubblica. Il Movimento 5 Stelle Piemonte riteneva infatti sbagliato e potenzialmente pericoloso lasciare in mano ai privati la facoltà di prescrivere le ricette mediche del sistema sanitario nazionale.

Il Tar, notizia di oggi, ha infatti accolto il ricorso di SMI ed ha annullato la delibera della giunta regionale con la quale la giunta Chiamparino voleva affidare la prescrizione di ricette mediche del SSN ai privati accreditati.

Con il M5S al governo della Regione coniugheremo la semplificazione nell’accesso alla salute per il cittadino garantendo l’appropriatezza prescrittiva e la sostenibilità dei conti pubblici.

RACCONIGI, PARTITI I LAVORI PER RIAPRIRE IL PARCO. PROMESSA MANTENUTA

RACCONIGI, PARTITI I LAVORI PER RIAPRIRE IL PARCO. PROMESSA MANTENUTA

Iniziati oggi i lavori per riaprire il Parco del Castello di Racconigi (CN) che consentono di restituire al Piemonte ed alla Provincia di Cuneo uno dei tesori più preziosi di questa terra. La ditta incaricata ha avviato le operazioni di intervento su alberature, abbattimento di alberi a rischio caduta, potature e pulizia dei percorsi. Una risposta concreta, senza chiacchiere né passerelle elettorali, per mettere in sicurezza un tesoro del Piemonte.

 

A questo risultato ha contribuito l’attività dei nostri portavoce sul territorio che si sono attivati affinché la macchina burocratica arrivasse ad un risultato risolutivo

RIAVVIARE IL DIALOGO CON I CONSULENTI DEL LAVORO E FONDI PER FAR RIPARTIRE IL LAVORO IN PROVINCIA DI TORINO

RIAVVIARE IL DIALOGO CON I CONSULENTI DEL LAVORO E FONDI PER FAR RIPARTIRE IL LAVORO IN PROVINCIA DI TORINO

“Vogliamo riavviare il dialogo con l’ordine dei consulenti del Lavoro, un dialogo inesistente negli ultimi anni di Chiamparino.”Lo ha ribadito oggi il candidato presidente del M5S Giorgio Bertola durante l’incontro con l’Ordine Consulenti del Lavoro.“La Regione Piemonte”, assicura il candidato “deve governare questo importante momento di transizione nel mondo del Lavoro.

Sará fondamentale il dialogo e l’intesa con i Consulenti del Lavoro in particolare per la grande sfida che riguarda il riconoscimento da parte del Governo del torinese come area di crisi complessa. Questi fondi andranno utilizzati al meglio per far ripartire il lavoro in Provincia di Torino.”“Un altro fronte di collaborazione molto importante” conclude Bertola, “sará quello riguardante la formazione. Vogliamo una formazione veramente utile per lavoratori ed imprese. Un alleato importante in questa sfida sará l’ordine dei Consulenti del lavoro.”

SCARICABARILE SUI DEBITI DIMOSTRA CHE DESTRA E SINISTRA HANNO FATTO SOLO DANNI IN PIEMONTE. M5S UNICA ALTERNATIVA

SCARICABARILE SUI DEBITI DIMOSTRA CHE DESTRA E SINISTRA HANNO FATTO SOLO DANNI IN PIEMONTE. M5S UNICA ALTERNATIVA

Lo scaricabarile sui buchi in bilancio lasciati dalle precedenti Giunte regionali è la dimostrazione che destra e sinistra hanno fatto solo danni in Piemonte. Il profondo rosso nei bilanci della nostra Regione è stato una costante sia nei governi di destra e sia in quelli di sinistra che si sono alternati negli ultimi decenni in Piemonte.

 

Il Movimento 5 Stelle è l’unica alternativa a questo vecchio sistema di potere che ha devastato le finanze regionali togliendo servizi utili ai cittadini.

PROGETTO AREA DI CRISI COMPLESSA MISURA CONCRETA PER LE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI TORINO

PROGETTO AREA DI CRISI COMPLESSA MISURA CONCRETA PER LE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI TORINO

“Una misura concreta per le imprese della provincia di Torino, uno strumento importante per creare innovazione, occupazione e sviluppo.”
E’ quanto ha affermato Giorgio Bertola oggi a Torino insieme al Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Luigi Di Maio per presentare il progetto di Area di Crisi Complessa.
“Con questi provvedimenti”, conclude il candidato presidente alla Regione Piemonte “il governo intende puntare sull’innovazione non solo in ambito industriale ma in tutti i settori economici.
È l’ennesimo segnale di grande attenzione del governo nei confronti della nostra regione.”
INNOVAZIONE E TECNOLOGIE AL CENTRO DELLE POLITICHE DI SVILUPPO DEL M5S. RIPARTIRE DA RICERCA, MADE IN PIEMONTE E LOTTA A CYBERBULLISMO

INNOVAZIONE E TECNOLOGIE AL CENTRO DELLE POLITICHE DI SVILUPPO DEL M5S. RIPARTIRE DA RICERCA, MADE IN PIEMONTE E LOTTA A CYBERBULLISMO

“Il 13 aprile Luigi Di Maio è venuto a Torino per presentare la Casa delle Tecnologie Emergenti e con lo stanziamento di 7 milioni e mezzo di euro per l’innovazione sui settori strategici del nostro territorio come automotive, aerospazio,  telecomunicazioni e  robotica, ha ribadito concretamente quanto il Movimento 5 Stelle punti su innovazione e sviluppo tecnologico”
E’ quanto ha affermato oggi Giorgio Bertola, Candidato Presidente del Movimento 5 Stelle per la Regione Piemonte, a Rinascimenti digitali, l’incontro su tecnologia e innovazione promosso e organizzato da Quotidiano Piemontese.
“Dobbiamo puntare sul Made in Piemonte, sulla ricerca scientifica e su tutte le eccellenze che il nostro territorio esprime da anni”, ha continuato il candidato del M5S, unico pretendente al governo della Regione presente al dibattito. “Il Parco della Salute, ad esempio, dovrà essere capace di attrarre investimenti che portino benefici non solo di natura sanitaria su tutto il territorio”.
“Innovazione e tecnologie vanno di pari passo con la tutela dell’ambiente e della qualità della vita. Il piano di qualità dell’aria, in questo senso, non è certamente ambizioso e non è sviluppato in modo integrato”, chiosa Bertola.
“In ultimo, a proposito di innovazione”, termina il candidato M5S, “dobbiamo ripartire dall’educazione alla tecnologia, soprattutto per i più piccoli, per combattere i gravi fenomeni legati al bullismo e al cyberbullismo”
FORUM VOLONTARIATO. NOSTRO IMPEGNO PER ABBATTERE TUTTE LE BARRIERE, CONTRASTO AL GIOCO D’AZZARDO, COPERTURA VOUCHER PER FAMIGLIE E INVECCHIAMENTO ATTIVO

FORUM VOLONTARIATO. NOSTRO IMPEGNO PER ABBATTERE TUTTE LE BARRIERE, CONTRASTO AL GIOCO D’AZZARDO, COPERTURA VOUCHER PER FAMIGLIE E INVECCHIAMENTO ATTIVO

“Il nostro impegno è garantito per l’eliminazione delle barriere fisiche, culturali e sensoriali per dare piena integrazione ai cittadini piemontesi con disabilità”.

E’ quanto ha affermato oggi Giorgio Bertola, Candidato Presidente del Movimento 5 Stelle per la Regione Piemonte, all’incontro con il Forum del Volontariato.

“Ribadiamo con fermezza – ha aggiunto Bertola – l’impegno in difesa della legge regional 9/2016 mirata al contrasto al gioco d’azzardo che è piaga sociale ed economica. I Piemontesi spendono quanto spende lo Stato per pagare la sanità, cifre folli! Molte persone sono finite nella rete degli usurai dopo essersi indebitate a causa del gioco. Nel nostro programma abbiamo messo le famiglie al centro, in particolare le famiglie con problemi di reddito. Vogliamo dare piena copertura ai buoni scuola, ad oggi coperti solo in parte dalla Regione. E poi è in grande evidenza la promozione dell’invecchiamento attivo in coerenza con la legge proposta dal Movimento 5 Stelle ed approvata dal Consiglio regionale”.

CONFRONTO COLDIRETTI, BENE ASSESSORATO AL CIBO. IMPORTANTE LA PROGRAMMAZIONE DELLA RISTORAZIONE COLLETTIVA PER SOSTENERE AZIENDE DEL TERRITORIO

CONFRONTO COLDIRETTI, BENE ASSESSORATO AL CIBO. IMPORTANTE LA PROGRAMMAZIONE DELLA RISTORAZIONE COLLETTIVA PER SOSTENERE AZIENDE DEL TERRITORIO

“Bene l’assessorato al Cibo. Condivido la proposta di Coldiretti di avere una regia unica che punti su multifunzionalità, insieme ad agricoltura, caccia, pesca e turismo”.

E’ quanto ha affermato oggi Giorgio Bertola, Candidato Presidente M5S per la Regione Piemonte, all’incontro con Coldiretti.

“La Regione – ha aggiunto Bertola – deve lavorare sul fronte della ristorazione collettiva, nelle scuole e negli ospedali, affinché siano utilizzati prodotti stagionali e vengano previsti tutti i tagli della carne, anche quelli cosiddetti poveri. Con una adeguata programmazione è possibile garantire un migliore servizio ai cittadini e sostenere, allo stesso tempo, le aziende del territorio. Una sfida fondamentale per la prossima legislatura sarà il nuovo PSR: dovrà essere uno strumento semplice e veloce per garantire la nascita di nuovi progetti di filiera che garantiscano sviluppo, lavoro e tutela del territorio”.