TANGENTI FORZA ITALIA, COINVOLGIMENTO TATARELLA E SOZZANI FA EMERGERE QUADRO INQUIETANTE CHE GETTA OMBRA  SUL FUTURO DEL PIEMONTE

TANGENTI FORZA ITALIA, COINVOLGIMENTO TATARELLA E SOZZANI FA EMERGERE QUADRO INQUIETANTE CHE GETTA OMBRA SUL FUTURO DEL PIEMONTE

A poco più di due settimane dalle elezioni regionali ed europee sta emergendo un’ennesima rete di malaffare e tangenti che sta coinvolgendo alti esponenti del mondo del centrodestra lombardo e piemontese. Si parla di misure cautelari per 43 persone, tra cui il candidato di Forza Italia alle Europee Pietro Tatarella e Diego Sozzani, parlamentare  azzurro, vicecoordinatore in Piemonte ed ex Consigliere Regionale a Palazzo Lascaris, accusato di finanziamento illecito.

Tatarella deve rispondere invece, secondo l’accusa formulata dai pm di Milano, di associazione a delinquere e sono coinvolti, a vario titolo, esponenti del mondo imprenditoriale e politico come il sottosegretario azzurro della Regione Lombardia Fabio Altitonante , accusati di associazione per delinquere aggravata dall’aver favorito un’associazione di tipo mafioso, corruzione e turbata libertà degli incanti, finalizzati alla spartizione e all’aggiudicazione di appalti pubblici.

Il quadro che sta emergendo è inquietante e getta un’ombra scura sul futuro del paese e della nostra regione, tanto più se andiamo a rileggere le dichiarazioni del candidato presidente  di Forza Italia Alberto Cirio che solo due giorni fa, a margine dell’evento organizzato dallo stesso Pietro Tatarella, commentava entusiasta “c’è voglia di cambiamento e noi siamo pronti”.Un cambiamento che ci porta indietro alla prima Repubblica!

VISITA AGLI OSPEDALI DI SALUZZO E SAVIGLIANO: LAVORIAMO PER RIPORTARE SUL TERRITORIO I SERVIZI ELIMINATI DA CHIAMPARINO

VISITA AGLI OSPEDALI DI SALUZZO E SAVIGLIANO: LAVORIAMO PER RIPORTARE SUL TERRITORIO I SERVIZI ELIMINATI DA CHIAMPARINO

Oggi doppia visita in Provincia di Cuneo agli ospedali di Savigliano e Saluzzo da parte di Giorgio Bertola, Candidato Presidente della Regione Piemonte.

La struttura di Savigliano presenta ormai evidenti segni del tempo e necessita di un piano complessivo di ristrutturazione mirato a migliorarne la ricettività. Crediamo sia necessario insistere sul piano per l’abbattimento della parte più vecchia costruendo la nuova ala in modo da permettere ad esempio di superare la frammentazione della medicina interna. Piano sul quale il centrosinistra sembra tentennare, essendo già sparito il 10% del finanziamento previsto. La nuova amministrazione regionale che vogliamo dovrà pensare al futuro dell’ospedale di Savigliano ricorrendo al Fondo Nazionale per l’edilizia sanitaria recentemente incrementato dal Governo nazionale.

Nel corso del sopralluogo abbiamo constatato il sovraffollamento nel Pronto Soccorso, segno evidente della mancanza di personale ma anche di posti letto specie in medicina interna (40 posti letto che in periodo di emergenza sono arrivati a 70, interrompendo altri servizi). Intendiamo lavorare per aumentare il personale sanitario sull’intera provincia collaborando con il Ministero della Salute per rivedere le norme di formazione dei medici specializzandi.

Anche l’ospedale di Saluzzo soffre la mancanza cronica di personale in particolare medico, frutto dei blocchi alle assunzioni, alla quale si aggiunge il pesante ridimensionamento messo in atto dalla Giunta Chiamparino che ha tagliato svariati reparti. Vogliamo lavorare per implementare il personale in modo da potenziare almeno il reparto di chirurgia. Si renderà necessario inoltre intervenire per garantire la presenza quantomeno di un cardiologo in pronto soccorso.

Nel pomeriggio Giorgio Bertola ha partecipato a Saluzzo alla presentazione di Carlo Manfredi, candidato sindaco di Saluzzo del Movimento 5 Stelle. Entrò il 10 maggio sarà comunicata la composizione della lista del Movimento 5 Stelle per il Consiglio comunale di Saluzzo.

IL PIEMONTE NON HA BISOGNO DI ALTRI INCENERITORI, SERVE MIGLIORARE DIFFERENZIATA E SELEZIONE DEI RIFIUTI. CHIAMPARINO E CIRIO DICANO COME LA PENSANO!

IL PIEMONTE NON HA BISOGNO DI ALTRI INCENERITORI, SERVE MIGLIORARE DIFFERENZIATA E SELEZIONE DEI RIFIUTI. CHIAMPARINO E CIRIO DICANO COME LA PENSANO!

Il Piemonte non ha bisogno di nuovi inceneritori, bisogna invece arrivare progressivamente alla chiusura del Gerbido. Se Chiamparino vuole nuovi impianti di questo tipo, per trasparenza, almeno dica dove e come intende farli. Troppo comodo prometterli a ristrette platee evitando di andare sul territorio a dire chiaramente dove e come si vorrebbero bruciare i rifiuti. E Cirio come la pensa a riguardo? I cittadini Piemontesi hanno il diritto di sapere come la pensano i candidati alla presidenza della Regione Piemonte.

La nostra ricetta è molto chiara. Il Gerbido andrà progressivamente chiuso, proprio come ottenuto dal Movimento 5 Stelle in Consiglio regionale nel nuovo piano rifiuti. Nel testo si prevede l’impegno a non rinnovare questa pratica alla scadenza naturale del contratto di servizio. In quell’occasione la Regione dovrà “adottare metodologie che non prevedano più la combustione dei rifiuti”.

E’ necessario, ed urgente, realizzare in Piemonte ulteriori piattaforme Corepla per la selezione delle plastiche ed allo stesso tempo introdurre impianti per il riciclo dei materiali assorbenti (pannolini e pannoloni).

Vogliamo inoltre arrivare alla tariffazione puntuale, applicata su tutti i Comuni del Piemonte, come previsto proprio dalla legge regionale sui rifiuti 1/2018. Occorre aumentare la qualità della raccolta differenziata arrivando all’obiettivo di produrre 50kg annui di rifiuti per abitante contro gli attuali 200 kg circa in tutto il piemonte.

Una raccolta differenziata migliore e la promozione di un’economia circolare contribuiscono a creare maggiori posti di lavoro (rispetto ai pochi di un impianto di incenerimento), a ridurre l’inquinamento ed a recuperare energia. Sull’ambiente noi abbiamo le idee chiare, gli altri possono dire altrettanto?

CHIAMPARINO PRENDE IN GIRO TORTONA E GLI OPERATORI SANITARI DELL’OSPEDALE. QUESTA MOSSA NON FA DIMENTICARE IL PASSATO

CHIAMPARINO PRENDE IN GIRO TORTONA E GLI OPERATORI SANITARI DELL’OSPEDALE. QUESTA MOSSA NON FA DIMENTICARE IL PASSATO

Chiamparino e la sua Giunta hanno smantellano l’ospedale Sant’Antonio e Margherita di Tortona (AL), chiudendo i reparti di Neurologia, Urologia, Ginecologia, Ostetricia, Pediatria ed in ultimo Cardiologia, nonostante i grandi investimenti fatti anche con i soldi della Fondazione CRT di Tortona. Adesso, ad appena tre settimane dalle elezioni regionali, la Giunta regionale annuncia lo spostamento da Ovada del reparto di fisioterapia che non compensa in alcun modo quanto perso in questi anni. Una presa in giro nei confronti dei cittadini di Tortona e degli operatori sanitari che, tra grandi difficoltà, tengono in piedi quello che rimane di questo importante presidio sanitario. Continua

10 Passi per il Piemonte

10 Passi per il Piemonte

Dieci passi per risollevare il Piemonte.
Abbiamo individuato ed elaborato dieci passi, dieci punti principali del nostro programma, per far ripartire il Piemonte, per ridare dignità ai lavoratori, per investire su una sanità pubblica ed efficiente, per far ripartire l’economia locale con opere che servono davvero ai cittadini, per tutelare le nostre produzioni e le nostre eccellenze, per spingere sull’economia circolare, buona per l’ambiente, per la salute e per il portafoglio, per ridare dignità ai territori marginali e riconnettere il territorio attraverso una rete di trasporti che funzioni davvero.

Per ogni provincia abbiamo presentato un passo “in prima visione”, pensato per il territorio, un “+1” che rende il nostro programma unico per tutta la regione, ma con uno sguardo attento alle specificità e alle esigenze locali.
Questo è infatti il nostro pensiero per riportare il Piemonte in vetta: uscire da una visione ristretta e limitata per portare attenzione e cura alla regione intera.

sanita

Sanità & Salute

Sanità pubblica ed efficiente: meno ricorso al privato e più fondi pubblici per costruire i nuovi ospedali. Liste d’aמּesa zero: prenotazione esami con 1 click, 1 telefonata, 1 sms.

trasporti

Trasporti & Mobilità

Nessuno deve rimanere a piedi: restituire servizi di trasporto alle aree marginali e riaprire le ferrovie chiuse.

imprese

Lavoro & occupazione

La Regione al tuo fianco per il lavoro. Gestione diretta ed attiva dei Centro per l’Impiego. Stop al business dei privati nel mondo della ricerca dell’occupazione.

lavoro

Imprese & sviluppo

investire sulle opere che servono ai ciמּadini: messa in sicurezza del territorio, bonifiche ambientali, metro 2 a Torino, rimozione amianto ed efficientamento energetico. Sostegno alle imprese che fanno innovazione sul territorio e stop alla delocalizzazione fuori dal Piemonte.

ambiente

Ambiente

Misure concrete per migliorare la qualità dell’aria e per favorire la mobilità sostenibile: incentivi alle aziende per l’acquisto di mezzi ecologici e rinnovo parco mezzi pubblici. Sostegno all’economia circolare con le filiere del riciclo.

sociale

Famiglie & sociale

Sostegno alle famiglie con la copertura totale dei buoni scuola. Incentivi per aprire nidi aziendali e promozione dell’invecchiamento attivo. Sostegno domiciliare alle famiglie con anziani e disabili.

reddito

Sostegno al reddito

Reddito energetico: il sostegno che fa bene all’ambiente. Impianti fotovoltaici in concessione gratuita alle famiglie con basso reddito.

madepiemonte

Made in Piemonte

Tutela dei nostri prodotti. Etichetta trasparente tramite blockchain per valorizzare e riconoscere i prodotti realizzati in Piemonte. Replicare il modello turistico delle Langhe.

agricoltura

Agricoltura & Territorio

Sostenibilità ambientale agevolando la riduzione degli impatti e la manutenzione del territorio. Remunerazione degli agricoltori attraverso l’incremento valore aggiunto, riduzione costi e sostengo degli investimenti a lungo termine. Banca della Terra per avvicinare i giovani all’agricoltura ed evitare l’abbandono dei territori.

cultura

Cultura

Sistema culturale regionale aperto ai giovani, all’innovazione ed alle piccole realtà diffuse sul territorio.

Una proposta per ogni provincia

cultura

Alessandria

La Cittadella di Alessandria deve rinascere, per attrarre turisti e creare lavoro.

sanita

Asti

Riqualificazione del vecchio ospedale di Asti, attraverso l’insediamento nello stabile di strutture per la promozione dei prodotti ed eccellenze dell’astigiano e di un’area dedicata ad ospitare servizi di coworking e start up innovative. Infine all’ultimo piano allestimento di una struttura per la residenzialità degli anziani pubblica.

Un complesso polifunzionale, nell’ottica di costruire spazi architettonici di interazione tra realtà culturali e sociali diverse al fine di promuovere l’integrazione, il superamento delle diversità e la creazione di un ponte generazionale.

trasporti

Biella

Biella meno isolata dal resto del Piemonte. Migliorare i collegamenti ferroviari con Milano e Torino. Più passaggi per le esigenze dei pendolari.

trasporti

Cuneo

Cuneo in rete con tutto il Piemonte. Riattiviamo le linee ferroviarie Cuneo-Saluzzo, Cuneo-Mondovì e Alba-Asti. Potenziamo le linee Torino-Fossano-Cuneo-Ventimiglia-Nizza (finalmente raddoppio Cuneo – Fossano)

trasporti

Novara

Novara al centro dei trasporti

  • Collegamento ferroviario con Malpensa
  • completamento passante ferroviario
  • no passaggi a livello a novara
  • Centro Interportuale Merci di Novara (CIM)
madepiemonte

VCO

Golfo Borromeo Patrimonio Unesco. La Regione promuova la candidatura Piemonte e Governo alleati per questo obiettivo. Promuovere il turismo per creare lavoro

il primo Dossier di candidatura è stato presentato nel 2006, si trattava di un pacchetto con più siti (c’era anche la Cittadella di Alessandria) ma non è arrivato a conclusione. La richiesta è stata “ripescata”  l’anno scorso da Italia Nostra sezione di Verbania, proponendo un’altra area del Golfo, che si concentrava sulle isole, ma ad oggi non è andata avanti. La Regione può aiutare l’avanzamento dell’Iter stipulando appositi protocolli d’intesa con il Ministero (che ha l’ultima parola sui siti da proporre all’Unesco) e l’ente o gli enti promotore/i per aiutare l’avanzamento della pratica (e può anche decidere di stanziare fondi per precisi progetti relativi a queste istanze). AD OGGI la Regione non ha siglato protocolli d’intesa per il Golfo di Borromeo.

sanita

Vercelli

Politica di potenziamento dell’ospedale di Vercelli S.Andrea: aumento posti letto (è stato declassato), assunzioni del personale (medici, infermieri, oss) e ammodernamento

Mobilità pazienti fuori provincia.

L’Ospedale assume figure professionali a tempo determinato (gettonisti e tempo determinato e quindi non si garantisce continuità assistenziale) e i medici fuggono a Novara.

Sanità e salute – Il Piemonte #Cambiapasso

Sanità e salute – Il Piemonte #Cambiapasso

Sanità e salute

Il Piemonte #CambiaPasso con Giorgio Bertola Presidente.
Il programma del MoVimento 5 Stelle Piemonte per le elezioni regionali del 26 maggio 2019.

 

PIU’ POSTI LETTO

Dopo i tagli di Cota e Chiamparino occorre rivedere la Rete ospedaliera aumentando i posti letto fino alla soglia di 3,7 ogni 1.000 abitanti. Questo porterebbe nella nostra Regione 1.000 posti letto in più.

RIAPRIRE I SERVIZI CHIUSI DA CHIAMPARINO

Lavorare per la riapertura del Pronto soccorso dell’Oftalmico di Torino e dei reparti chiusi sul territorio.

LISTE D’ATTESA ZERO

Per le Aziende sanitarie che sforano i tempi previsti dalla normativa (30 gg per le visite e 60 gg per esami non classificati Urgenti): visite private gratuite (pagate dal pubblico), incremento personale medico sulla base del fabbisogno sanitario ed accesso diretto senza prenotazione.

CONTRASTO MOBILITA’ PASSIVA

Piano regionale di contrasto alla mobilità passiva per recuperare risorse tramite la creazione di eccellenze sanitarie nei territori di confine verso le Asl di Lombardia e Liguria ad oggi più attrattive.

SICUREZZA NEGLI OSPEDALI

Videosorveglianza in strutture sanitarie e socio sanitarie, vigilanza attiva nei Pronto Soccorso – DEA con presidio 24/24.

APPALTI  E NOMINE TRASPARENTI

Stop alle nomine politiche dei direttori generali. Apertura di un dibattito pubblico per i grandi progetti a cominciare dal Parco della Salute di Torino. Più investimenti pubblici per edilizia e tecnologia sanitaria. Task force regionale di controllo della regolarità degli appalti pubblici nelle ASR.

PERSONALE SANITARIO

Assunzioni secondo un Piano del fabbisogno standard e reinternalizzazione dei servizi oggi appaltati a cooperative.

POTENZIAMENTO RETE TERRITORIALE

Ambulatori in rete, aperture straordinarie volontarie (festivi e e prefestivi), Fascicolo sanitario elettronico e piani di prevenzione e mantenimento in salute.

TELEMEDICINA SPECIALISTICA

Teleconsulto tra medici, televisita al paziente, Telemonitoraggio.

FRAGILITA’

Revisione della DGR 29 sulla residenzialità psichiatrica, potenziamento offerta domiciliare e territoriale. Reintroduzione progressiva degli assegni di cura per anziani non autosufficienti.

Trasporti e Mobilità – Il Piemonte #Cambiapasso

Trasporti e Mobilità – Il Piemonte #Cambiapasso

Trasporti e Mobilità

Il Piemonte #CambiaPasso con Giorgio Bertola Presidente
Il programma del MoVimento 5 Stelle Piemonte per le elezioni regionali del 26 maggio 2019

 

Il trasporto in Piemonte ha subito l’immobilità dei 5 anni della gestione Chiamparino. Linee ferroviarie sospese dal precedente governo di Centrodestra mai riaperte, servizi di trasporto pubblico in sofferenza e cittadini costretti a viaggiare con ritardi cronici e disservizi continui, tutto nascosto da un’unica grande opera inutile, che assorbe i soldi dei cittadini senza produrre sviluppo.

Vogliamo un sistema di trasporti pubblici efficiente, che raggiunga le aree montane e possa valorizzare le infrastrutture del nostro territorio, valorizzare le nostre aziende di trasporto e di logistica, potenziare i servizi per le persone a ridotta mobilità. Vogliamo un servizio di trasporti in Piemonte che finalmente #CambiaPasso, ecco i nostri #10Passi.

  • Nessuno deve rimanere a piedi

Monitorare la domanda di trasporto analizzando la sua evoluzione per definire i servizi minimi e concretizzare le necessità dei cittadini superando la spesa storica e ricalibrando il sistema.

 

  • Nuovi autobus a basso impatto ambientale

Incentivare la sostituzione degli autobus con mezzi a minor impatto ambientale, potenziando il servizio e riducendo i disagi per i cittadini.

 

  • Riaprire le linee sospese – Più trasporto pubblico e condiviso

Potenziare il servizio in termini di efficienza e capillarità, riapertura delle linee ferroviarie sospese, per ridurre l’uso dell’auto privata a favore del servizio di trasporto collettivo e condiviso.

 

  • Linea 2 della metropolitana di Torino

Supportare a pieno il Comune di Torino nella fase di progettazione della linea 2 della metropolitana e in quelle intermedie, riducendo al minimo gli impatti sui cittadini e programmando al meglio il servizio pre e post opera.

 

  • Metropolitana di Torino verso lo Stadio e Venaria

Supporto alla città di Torino nella definizione e progettazione di una nuova estensione della metropolitana a nord-ovest.

 

  • Potenziare le infrastrutture esistenti

Definire le priorità di intervento per potenziare l’infrastruttura ferroviaria esistente con l’obiettivo di rendere la rete piemontese più sicura, moderna e di qualità, coinvolgendo nelle scelte i territori e gli enti locali.

 

  • Una card unica per viaggiare in Piemonte

Semplifichiamo la vita dei cittadini che usano il trasporto pubblico. Una sola card per usare tutti gli autobus, treni, metropolitane, car sharing e bike sharing della regione.

 

  • Trasporto accessibile a tutti

Migliorare l’accessibilità a persone con ridotta mobilità sui mezzi pubblici e nelle stazioni ferroviarie, investendo risorse su nuovi mezzi e infrastrutture adeguate.

 

  • Sicurezza stradale – Ciclabilità

Implementare il Piano sulla Sicurezza Stradale con maggiori fondi per supportare i comuni e le province nella manutenzione delle strade, integrando la ciclabilità nelle politiche di sviluppo della rete stradale.

 

  • Intermodalità e trasporto merci

Incentivare il trasporto delle merci e le aziende di intermodalità per abbattere i costi di trasporto sul sistema ferroviario, sostenendo il potenziamento della rete esistente e dei poli logistici piemontesi.

Ambiente – Il Piemonte #Cambiapasso

Ambiente – Il Piemonte #Cambiapasso

Ambiente

Il Piemonte #CambiaPasso con Giorgio Bertola Presidente.
Il programma del MoVimento 5 Stelle Piemonte per le elezioni regionali del 26 maggio 2019.

L’ambiente e la sua tutela sono da sempre le radici del Movimento. Noi tutti facciamo parte dell’ecosistema terrestre e abbiamo il dovere di essere custodi del pianeta e non la causa della sua e nostra fine. Il principio che ci muove è quello dell’economia circolare e per noi l’ambiente è salute e lavoro. Con la Giunta Chiamparino solo lo 0,85% del bilancio della Regione Piemonte è stato destinato allo sviluppo sostenibile e alla tutela del territorio e dell’ambiente. Se questo vi sembra poco, con un’amministrazione di centrodestra si tornerebbe al Medioevo. Proprio ora che la popolazione, soprattutto i giovani, stanno chiedendo un’inversione di rotta ai governi per arrestare il cambiamento climatico. Insieme vogliamo garantire un ambiente sicuro in cui vivere.

  1. REDDITO ENERGETICO ED EFFICIENTAMENTO DEGLI EDIFICI. Impianti fotovoltaici in concessione gratuita alle famiglie con basso reddito. Risorse sull’efficientamento energetico edifici per migliorare la qualità dell’aria.
  2. CORRELAZIONE TRA IMPATTO AMBIENTALE E POSSIBILI RIPERCUSSIONI SANITARIE. Norme sulla tutela della salute e sulla valutazione del danno sanitario. Biomonitoraggi e indagini epidemiologiche come strumenti della Regione Piemonte.
  3. MAGGIORE TUTELA DELLE ACQUE SUPERFICIALI E SOTTERRANEE. Vincoli sugli usi nelle aree di ricarica degli acquiferi profondi, limitazioni d’uso dei fitofarmaci dannosi per gli ecosistemi acquatici, superare il regime di deroghe al Deflusso Minimo Vitale.
  4. PREVENIRE E RIDURRE L’INQUINAMENTO. Aggiornamento del Piano regionale di bonifica delle aree inquinate e della legge regionale sull’inquinamento elettromagnetico, mettendo al primo posto la salute pubblica.
  5. CENTRO DI RICERCA E PROGETTAZIONE RIFIUTI per STRATEGIA RIFIUTI ZERO. Puntare su raccolta porta a porta, autocompostaggio e tariffazione puntuale.  Centro di ricerca insieme al Ministero e Università per la riprogettazione imballaggi, riuso e riparazione.
  6. ATTRARRE INVESTITORI IMPIANTI DI RICICLO. La Regione Piemonte come incubatore di innovazione per l’insediamento in aree idonee di impianti a tecnologia complessa di trattamento e riciclo rifiuti urbani e speciali in un’ottica di economia circolare.
  7. PIU’ CONTROLLI SUGLI IMPIANTI. Maggiori controlli in tutti gli impianti con autorizzazione ambientale, in sinergia con Vigili del Fuoco, ARPA, Carabinieri.
  8. SUPPORTO E TECNOLOGIA ALLA PROTEZIONE CIVILE. Adeguata dotazione per prevenire e contrastare gli incendi boschivi. Supporto ai vigili del fuoco e volontari antincendi boschivi.
  9. AREE PROTETTE COME OPPORTUNITA’.  Armonizzazione la rete ecologica naturale secondo esigenze di conservazione degli habitat e delle specie. Rendere gli Enti di gestione efficienti ed efficaci, capaci di sviluppare progettualità europee e presidiare compiutamente il territorio.
  10. DEPOLITICIZZARE ARPA PIEMONTE. Recupero e valorizzazione del know-how dei dipendenti, valorizzazione dei laboratori d’eccellenza, rafforzamento della capacità operativa, potenziamento del controllo analogo, riequilibrio di potere nella gestione interna.
Lavoro – Il Piemonte #CambiaPasso

Lavoro – Il Piemonte #CambiaPasso

Lavoro & sviluppo economico

Il Piemonte #CambiaPasso con Giorgio Bertola Presidente
Il programma del MoVimento 5 Stelle Piemonte per le elezioni regionali del 26 maggio 2019

Articolo 4 della Costituzione italiana “la Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto”.

Crediamo che, partendo proprio dalla nostra Costituzione, sia possibile elaborare proposte concrete e precise finalizzate al sostegno alle imprese, alla garanzia dell’occupazione, alla sicurezza e regolarità del lavoro, alla stabilizzazione dei rapporti di lavoro, all’attuazione del principio delle pari opportunità, al riconoscimento del diritto al benessere sociale ed economico derivante dalla piena occupazione, al contrasto della disoccupazione giovanile, alla valorizzazione delle eccellenze piemontesi.

 

Ricerca del Lavoro

Chi cerca lavoro non è una risorsa da spremere o un numero da catalogare. I Centri per l’Impiego saranno il luogo in cui valorizzare competenze e aspirazioni e ricominciare a guardare con fiducia al proprio futuro.

 

Formazione

Non bisogna mai smettere di imparare: più fondi per la formazione continua. Se un lavoratore aggiorna costantemente le sue competenze, sarà sempre una risorsa per la sua azienda e per la società.

 

Famiglia e lavoro

Aiutiamo le famiglie che mettono al mondo figli, ma anche quelle che si prendono cura di anziani. Gli accordi territoriali di genere promuoveranno servizi per la conciliazione dei tempi di vita e lavoro, attraverso le sinergie operative tra soggetti pubblici e privati. L’ampliamento dell’offerta di servizi socio-educativi e il sostegno all’attuazione di interventi di welfare aziendale saranno un ulteriore aiuto per i lavoratori e le lavoratrici.

 

Stop alla disoccupazione giovanile

Predisporremo un piano anticrisi regionale mirato al contrasto della disoccupazione giovanile….

 

Piattaforma digitale al servizio delle nuove imprese

Uno spazio sul portale regionale per promuovere progetti imprenditoriali innovativi

 

La memoria e la tradizione sono il nostro futuro

Trasmettere le competenze della nostra tradizione ai giovani e renderle attuali…

 

Made in Piemonte

Valorizzare l’eccellenza piemontese, individuando i settori di importanza strategica che negli anni hanno reso grande il Piemonte e che oggi rischiano di perdere la loro eccellenza.

 

Contrasto alle delocalizzazioni

Stop alle imprese che prendono il bottino e scappano, distruggendo posti di lavoro sul territorio.

 

Gli imprenditori piemontesi, ricchezza per lo sviluppo del Piemonte

Incentivare la formazione degli imprenditori, comunicando loro le innovazioni e le possibilità di mercato anche fuori regione e fuori Italia.

 

Imprese e territori alleati per il benessere della società

Creazione di cabine di regia a guida regionale per coinvolgere le imprese nei progetti destinati al territorio